“Accendo il motore, guardo nello specchietto
e vedo riflessa con un po’ di dolore
Bologna col rosso dei muri alle spalle
che poco a poco sparisce”
(Lucio Dalla)

Città d’arte, città di musica, città d’artigiani. Bologna cantata da Dalla e Guccini, vissuta da Pasolini, raccontata da Alighieri e Carducci, cucita dalla.. Sartoria Cervelli.

Ormai una realtà affermata nel capoluogo emiliano, la sartoria di Antonio Cervelli, nonostante la sua giovane età, trapela esperienza e italianità da tutti i pori. Situata in pieno centro tra i celebri portici bolognesi, l’atelier si presenta elegante, confortevole e dall’atmosfera fresca e giovane, come il suo proprietario. Inizialmente questo affascinante progetto era finalizzato ad offrire un’ampia scelta di abiti Ready-To-Wear (abiti già pronti in taglia per essere indossati) e Made-To-Measure (abiti che vengono realizzati partendo da modelli già pre-impostati e sulla base delle misure del cliente, vengono adattati al suo corpo). Da un po’ di anni a questa parte, l’intraprendenza di Antonio lo ha spinto verso il meraviglioso mondo del su-misura e, considerando il gusto e le solide fondamenta, non potrà che rivelarsi un successone.
Nota cruciale: ho avuto la possibilità di visitare il laboratorio in cui vengono realizzati gli abiti bespoke, cosa da non sottovalutare dato che da ciò si evince la totale artigianalità, manualità della manodopera e qualità, elementi strutturali del Made in Italy. Diffidate dai sarti che tendono a nascondere le loro botteghe e chi ci lavora, bisogna tutelare l’artigianato italiano e portarlo al centro dei riflettori, proprio come la Sartoria Cervelli si impone di fare, anziché mascherarlo.

Per onorare questa collaborazione ho commissionato un abito in fresco lana Vitale Barberis Canonico con fantasia Prince of Wales, di grammatura leggera (240gr) per contrastare il colore deciso per cui ho optato, il marrone.

Sito Web: sartoria-cervelli.business.site
Ig profile: @sartoriacervelli
Dove si trova: Via Farini, 32/B Bologna

Total
29
Shares